Ricorso ricostruzione carriera docenti e ATA

0

Docenti e Ata immessi in ruolo: il servizio pre-ruolo prestato nelle scuole viene riconosciuto parzialmente. Ecco come ottenere l’integrale ricostruzione della carriera e le conseguenti differenze retributive e contributive, gli aumenti stipendiali e del punteggio in graduatoria.

Ricorso ricostruzione carriera docenti e ATA cosa riconosce il MIUR

Il Miur  riconosce solo parzialmente il servizio pre-ruolo svolto nelle scuole, facendo così perdere a migliaia di Docenti e Ata, che un tempo erano precari, anni e anni di servizio utili ai fini dell’inquadramento nel corretto scaglione stipendiale nonché ai fini del computo della propria anzianità di servizio.

Il Miur, infatti, a seguito della domanda di ricostruzione della carriera presentata dai lavoratori della scuola immessi in ruolo dopo il superamento dell’anno di prova, riconosce:

  • integralmente il servizio pre-ruolo prestato nei primi 4 anni;
  • parzialmente la restante parte del servizio pre-ruolo prestato.

Le scuole statali

Il servizio pre-ruolo prestato nelle scuole statali dal 5° anno in poi, infatti, viene riconosciuto soltanto nella misura dei 2/3 ai fini giuridici ed 1/3 ai fini economici.

Le scuole paritarie

Il servizio pre-ruolo prestato presso le scuole paritarie, addirittura, viene negato del tutto.

Così operando, tuttavia, il Miur viola un importantissimo principio: il principio di non discriminazione tra personale di ruolo e personale precario, stabilito a livello europeo dalla direttiva 1999/70/CE e riconosciuto a livello nazionale da tutti i Giudici Italiani.

La ricostruzione di carriera operata dal Ministero è, dunque, illegittima.

Inutile sottolineare che detta illegittimità si ripercuote gravemente sul personale scolastico che si vede costretto a subire:

  • una decurtazione retributiva, atteso che l’anzianità di servizio viene valutata senza considerare per intero il servizio prestato quando si era precari;
  • perdite di punteggio utile ai fini delle graduatorie interne di istituto e ai fini delle procedure di mobilità;
  • una decurtazione dello stipendio, atteso che gli scatti stipendiali maturano senza considerare per intero la pregressa anzianità.

Ricostruzione carriera pre-ruolo: come recuperare gli anni persi

Per recuperare gli anni persi è possibile ricorrere al Tribunale del Lavoro territorialmente competente al fine di ottenere la corretta ricostruzione della carriera con l’intero riconoscimento del periodo di precariato e dell’intero servizio pre-ruolo, con evidenti ripercussioni economiche:

  • differenze retributive;
  • differenze contributive ai fini pensionistici;
  • progressioni stipendiali;

e giuridiche                   

  • aumento del punteggio ai fini delle graduatorie interne di istituto e ai fini delle procedure di mobilità.

Ricorso ricostruzione carriera Docenti e Ata: chi può aderire

Possono aderire al ricorso tutti i Docenti e gli Ata immessi in ruolo:

  • che abbiano svolto almeno 5 anni (180 giorni per ciascun anno) di pre-ruolo prestato presso scuole statali;
  • che abbiano svolto almeno 180 giorni di servizio presso la scuola paritaria.

Ricorso ricostruzione carriera Docenti e Ata: quali documenti servono

  1. Copia documento di identità e del Codice Fiscale.
  2. Copia domanda di ricostruzione di carriera;
  3. Decreto di ricostruzione carriera;
  4. Certificati di servizio pre-ruolo;
  5. Per effettuare i conteggi relativi al corretto inquadramento stipendiale e alle differenze retributive e contributive maturate, sarà necessario analizzare la documentazione retributiva del lavoratore.

Autore immagine: Pixabay.com

Share.

About Author

Leave A Reply