Concorso Banca d’Italia: partono i ricorsi

0

Concorso Banca d’Italia: partono i ricorsi per l’illegittima assegnazione del punteggio in base all’anno di laurea e del diploma

Concorso Banca d’Italia: la situazione

In molti hanno partecipato al concorso Banca d’Italia destinato a laureati triennali e diplomati per l’assunzione a tempo indeterminato di:

  1. 10 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline economiche;
  2. 10 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline giuridiche;
  3. 20 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline statistiche;
  4. 25 Assistenti (profilo tecnico) con orientamento nel campo dell’ICT1;
  5. 40 Vice assistenti (profilo amministrativo)

Concorso Banca d’Italia: il bando

Il bando è stato pubblicato lo scorso 6 marzo ed il 14 luglio 2020 sono stati pubblicati i risultati delle preselezioni. Ebbene, la prima scrematura è stata effettuata solo sulla base dei titoli. Tuttavia, il punteggio è stato assegnato non solo a seconda del voto di laurea e diploma, ma anche in base all’anno di conseguimento dei predetti titoli.

In particolare, per i possessori di laurea triennale, sono stati assegnati:

  • 0,50 punti a chi ha conseguito la laurea triennale prima dell’8 aprile 2014;  
  • 2,50 punti a chi ha conseguito la laurea triennale dall’8 aprile 2014 al 7 aprile 2016;  
  • 4,50 punti a chi ha conseguito la laurea triennale dall’8 aprile 2016 al 7 aprile 2018; 
  • 6,50 punti a chi ha conseguito laurea triennale successivamente al 7 aprile 2018.

Per i possessori di diploma, sono stati assegnati:  

  • 0,50 punti a chi ha conseguito il diploma prima dell’8 aprile 2013  
  • 2,50 punti a chi ha conseguito il diploma dall’8 aprile 2013 al 7 aprile 2015  
  • 4,50 punti a chi ha conseguito il diploma dall’8 aprile 2015 al 7 aprile 2017  
  • 6,50 punti a chi ha conseguito il diploma successivamente al 7 aprile 2017  

L’assegnazione di un punteggio diverso a seconda dell’anno di conseguimento del titolo (laurea triennale e diploma) è irragionevole ed in quanto tale illegittima.

Non si comprende, infatti, perché e secondo quale logica debbano essere avvantaggiati dei candidati a discapito di altri solo perché hanno conseguito il titolo in un anno diverso e peraltro successivo.
Se anche tu ti trovi nella situazione descritta, puoi proporre ricorso dinanzi al Tar ed ottenere il giusto inserimento nella graduatoria. Cosicché, qualora dovessi esser collocato in una posizione utile, potrai sostenere la prova scritta.

Concorso Banca d’Italia: l’azione del nostro team

I legali di Tutelandoti stanno predisponendo ricorsi sia individuali che collettivi. Consigliamo l’adesione al ricorso (fino al 3 agosto) a:

  • Coloro che Non hanno ottenuto il punteggio massimo (6,50) nella valutazione della loro anzianità di laurea o di diploma
  • Coloro che si distanziano dall’ultimo candidato in graduatoria per non più di 6 punti.

Avvia la procedura: compila il modulo per essere ricontattato da un nostro consulente dedicato




Share.

About Author

Leave A Reply