L’attribuzione delle spese processuali nei decreti di omologa non è emendabile con istanza di correzione di errore materiale

0

L’art. 445 bis cpc definisce il decreto di omologa “non impugnabile nè modificabile”.

L’Inps presenta, sovente, istanza di correzione errore materiale, al fine di sollecitare il giudice a rettificare il provvedimento sull’attribuzione delle spese e ciò anche a prescindere dai presupposti fattuali.

La Suprema Corte di Cassazione ha confermato che la censura sulle spese costituisce un motivo di impugnazione con ricorso per Cassazione ex art. 111 Cost., riconoscendone l’ammissibilità, sul presupposto che la statuizione sulle spese, incide sui diritti soggettivi patrimoniali e presenta i caratteri della decisorietà e definitività in quanto non altrimenti impugnabile (Tra tante: Cassazione ord. 11919/15, 12028/16, 16515/16).

 

Richiedi una consulenza legale cliccando su:
Richiedi consulenza

Share.

About Author

Leave A Reply